Browse By

Cipolle gratinate con semi di cipolla

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Cipolle gratinate con semi di cipolla

Una ricetta della classica “cipolla al gratin” con un piccolo tocco di stile: l’aggiunta dei semi di cipolla, un ingrediente da scoprire o riscoprire.

Ingredienti per 8 porzioni (4 persone):

  • 4 cipolle bianche medie (anche le piccole vanno benissimo, aumentate solo il numero)
  • 8 cucchiai di pane secco grattato
  • sale
  • pepe
  • foglie di 1 rametto di rosmarino fresco
  • 1 spicchio d’aglio piccolo
  • 4 cucchiai d’olio d’oliva
  • 2 cucchiai di semi di cipolla

Procedimento:

  1. Mescolare e tritare nel frullatore il pane, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, le foglie di rosmarino, l’aglio e l’olio.
  2. Pulire la cipolla dallo strato esterno e tagliarla a metà.
  3. Riporre le cipolle su una teglia con carta da forno e spalmarvi la miscela di pane.
  4. In un pentolino tostare a fuoco alto i semi di cipolla per 2 o 3 minuti, fino a quando non cominceranno a fumare. Appena tostati, rimuoverli subito dal pentolino per evitare che si brucino anche dopo aver spento la fiamma.
  5. Spolverare i semi sulle cipolle e cuocere in forno a 180°C per circa 1 ora, quando saranno pronte accendere il grill per 5 minuti.

I semi in cucina

Raramente vedo nelle cucine casalinghe usare i semi se non per chi si diletta con la panificazione. In questa ricetta vi invito a scoprire i semi di cipolla, dal sapore morbido e delicato.

Se usate semi per decorare i piatti, ad esempio aggiunti dopo la cottura su carni scottate o su zuppe di legumi, vi suggerisco caldamente di tostarli prima dell’uso come indicato nella ricetta. Il processo di tostatura serve per esaltare il sapore del seme e per renderlo più digeribile.

Al supermercato trovate di solito i semi di sesamo, magari di papavero e pochi altri. Vi invito quindi a frequentare qualche negozio specializzato di spezie, erboristerie o trovare nella vostra città i negozi di prodotti asiatici o per stranieri, inesauribili miniere di gustose spezie.

 

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *