Browse By

Cubederli (canederli in altra forma)

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Ingredienti per 6 persone:

  • 2,5 hg pane raffermo
  • 1,5 hg speck
  • 2 uova
  • 50g burro
  • 60g farina
  • 1 cipolla bianca
  • 2 dl latte
  • qb noce moscata
  • qb sale
  • qb pepe
  • 2 o 3 rametti di prezzemolo
  • qb erba cipollina
  • qb grana
  • 2 lt brodo di carne

Procedimento:

  1. Tagliare a dadini la cipolla, lo speck ed il pane raffermo.
  2. Soffriggete nel burro in una padella grande la cipolla tagliata a dadini, prima che la cipolla diventi bionda aggiungere il pane e far insaporire per qualche minuto avendo cura di non lasciarlo bruciare. Spegnere il fuoco.
  3. Mescolare bene il latte con la farina, aggiungere le uova, il pane e cipolla, lo speck, il prezzemolo tritato, un pizzico di noce moscata, aggiustare il sapore con sale e pepe a piacere.
  4. Lasciar riposare l’amalgama in frigo per un’oretta.
  5. Una volta fatta riposare, realizzate dei mattoncini con una scatola da oshizushi (sushi pressato), tagliando poi il parallelepipedo in cubi di circa 3 o 4 cm di lato.
  6. Cuocere per 15/20 minuti (dipende dalle effettive dimensioni dei canederli) in acqua salata. Servire con brodo di carne, una spolverata di erba cipollina tritata fine e grana gratugiato.

Le forme base

Ok ragazzi, se non avete una scatola da oshizushi potete fare delle grosse palle a mano ed otterete dei normalissimi (ma buonissimi) canederli allo speck.

E se invece non decideste di andarvi a comprare una scatola per il sushi pressato? Magari non sapete fare il sushi, ma pressare alimenti ed ottenere forme geometriche per nuove architetture nei vostri piatti sarebbe lodevole…

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

19 thoughts on “Cubederli (canederli in altra forma)”

  1. Filiberto Strazzari says:

    Immaginavo di sconvolgere qualche animo Trentino… qua la foto del risultato: http://www.soul​kitchen.it/fili​berto-2/cubeder​li-canederli-in​-altra-forma/

  2. Anna Pompei says:

    siamo sicuri che, venendo meno la forma sferica e quindi aumentando il rapporto superficie/volu​me, la cottura del cubederlo sia omogenea?

  3. Sonia Arw says:

    Scusa?!?!

  4. Filiberto Strazzari says:

    Immaginavo di sconvolgere qualche animo Trentino… qua la foto del risultato: http://www.soulkitchen.it/filiberto-2/cubederli-canederli-in-altra-forma/

  5. Pamela Gallio says:

    A me sembra una grande idea!

  6. Sonia Arw says:

    No ma scusa, un tortellino fatto a raviolo lo mangeresti? E non accetto ironiche risposte "Se è buono lo mangio" che non ti credo 😉

  7. Pamela Gallio says:

    Ma infatti esistono i ravioli di carne… =)

  8. Pamela Gallio says:

    @Filiberto: la scatola da oshizushi dove l'hai presa?

  9. Pamela Gallio says:

    @Filiberto: la scatola da oshizushi dove l'hai presa?

  10. Filiberto Strazzari says:

    @Sonia: non lo chiamerei tortellino, ma se qualcuno mi presentasse un tortellino cubico lo valuterei un gran bell'esempio di food design… anzi… comincio a pensarci…@Pamela: all'epoca la presi a Londra, ma forse al supermercato asiatico in via Mascarella si trovano oggetti di questo genere (in plastica, meno fighetti ma molto più igienici)

  11. Filiberto Strazzari says:

    @Sonia: non lo chiamerei tortellino, ma se qualcuno mi presentasse un tortellino cubico lo valuterei un gran bell'esempio di food design… anzi… comincio a pensarci…@Pamela: all'epoca la presi a Londra, ma forse al supermercato asiatico in via Mascarella si trovano oggetti di questo genere (in plastica, meno fighetti ma molto più igienici)

  12. Pamela Gallio says:

    Ok grazie, ci guarderò!

  13. Anna Pompei says:

    siamo sicuri che, venendo meno la forma sferica e quindi aumentando il rapporto superficie/volume, la cottura del cubederlo sia omogenea?

  14. Filiberto Strazzari says:

    Il problema della cottura riguarda anche la sfera: le parti più esterne saranno sempre più cotte.In un cubo negli spigoli, più esposti, il problema si accentua. Si consiglia quindi di realizzare cubi molto grandi (3 o 4 cm per 15/20 minuti di cottura funzionano). Mi raccomando per non rovinare la forma non lesinate sull'uovo: è la colla che tiene insieme il tutto.

  15. Christa Johnston says:

    No ma scusa, un tortellino fatto a raviolo lo mangeresti? E non accetto ironiche risposte “Se è buono lo mangio” che non ti credo 😉

    1. Filiberto says:

      Un tortellino fatto a raviolo assomiglia a un cappelletto e sì, lo mangerei. Detto da un bolognese…….

  16. Madeline Petty says:

    siamo sicuri che, venendo meno la forma sferica e quindi aumentando il rapporto superficie/volume, la cottura del cubederlo sia omogenea?

  17. Carole Hickman says:

    @Filiberto: la scatola da oshizushi dove l’hai presa?

    1. Filiberto says:

      Francamente non ricordo. Un viaggio? Un regalo? Cominciano a trovarsi però nei negozi cinesi che popolano le piccole China Town italiane. E poi c’è internet… poter comprare qualsiasi cosa toglie quasi il gusto della scoperta e dell’oggetto raro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *