Browse By

Fonduta Mongola rivista

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Ingredienti per 8 persone:

  • 4 hg di filetto di manzo tagliato a fette sottili
  • 2 cipolle grandi finemente tagliate
  • 1,5 lt di brodo di manzo
  • 5 uova
  • 4 cucchiai di farina
  • 4 hg di filetto di pesce bianco tagliato a fette sottili
  • 3 hg di gamberoni
  • 2 dl olio
  • 5 cipolline
  • 4 hg di pinoli e/o noci
  • 4 foglie secche di lime
  • 1 radice di citronella
  • 2 funghi profumati
  • 2 funghi cinesi
  • 1 cucchiaio di salsa di pesce
  • 1 cucchiaio di salsa chili all’aglio
  • 1 peperoncino rosso
  • 1 aglio spezzettato
  • 1 alga kombu
  • …e tutto quello che vi viene in mente o trovate che possa cuocere in qualche secondo di immersione nel brodo caldo

Procedimento:

  1. Scaldare il brodo ed aggiungere tutte le spezie, i funghi ed i pinoli.
  2. Tagliare a striscioline il pesce, passarlo nell’uovo e nella farina e friggerlo.
  3. Preparare con le altre uova una omelette che taglierete poi a fettine.
  4. Disporre su un piatto il pesce fritto, i gamberi puliti dal carapace e dal filetto nero, le strisce di frittata, i cipollotti puliti, il manzo a striscioline.
  5. Mettere la carbonella accesa dentro il cono della pentola coreana, attendere circa 30 minuti, poi riempire di brodo e attendere il bollore.
  6. Ogni commensale prende i pezzi di cibo che desidera e li immerge nel brodo bollente lasciandoli cuocere secondo il proprio gusto (ognuno quindi avere una ciotola, un mestolino ed un mestolino a rete).

Aromi di viaggio

La ricetta è una contaminazione Korea-Thai-Cina: si ispira a tutte le zuppe, le bancarelle, i mercatini che ho visto nel periodo di oltre cinque anni che ho trascorso viaggiando. I ritmi di lavoro erano stressanti, ma al momento del pranzo o della cena era sempre una magia.

E’ una ricetta per chi è stato rapito dall’asia…

Condividi l'articoloTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *